Allontanare-i-piccioniCenobio-de-valeron

Allontanare i piccioni del Cenobio del Valerón. Caso di successo

Abbiamo intervistato Valentín Barroso, direttore di Arqueocanaria, sull’efficacia delle soluzioni per allontanare i piccioni del Cenobio del Valerón.

  • Il Cenobio del Valerón è uno dei siti archeologici più emblematici di Gran Canaria, Spagna. Dichiarato Sito di Interesse Culturale. Si tratta di un granaio collettivo, formato da più di 300 silos cavi aperti sul fianco della montagna, su un lato di un cono vulcanico.
  • Colonie di piccioni nidificavano nei silos del Cenobio. L’accumulo di escrementi di piccione, piume e carcasse rappresentava un serio pericolo per la conservazione della pietra.
  • Nel 2020, Arqueocanaria, la società che gestisce il sito, ha contattato BirdGard Iberia per implementare soluzioni e allontanare i piccioni.

Quanto è grande il Cenobio?

Il Cenobio si trova sotto un arco naturale di 30 metri di larghezza per 25 di altezza. Dispone di più di 300 silos disposti su vari livelli, il che lo rende perfetto per i piccioni per rifugiarsi e nidificare nelle cavità dei silos.

Da quando ci sono colonie di piccioni nel Cenobio del Valerón?

Più di 13 anni fa, finanziato dal Cabildo de Gran Canaria, Arqueocanaria ha svolto un primo lavoro di restauro e pulizia del sito. Dopo questi lavori, i piccioni furono sfrattati dal sito. Tuttavia, poco dopo sono tornati a nidificare nella zona e da allora, cioè dal 2009, i piccioni hanno continuato a colonizzare gradualmente il giacimento.

Quanti piccioni c’erano nella grotta?

È difficile da calcolare, ma la colonia era molto numerosa. Direi centinaia di piccioni.

Dove si sono stabiliti i piccioni?

Dai sili o cavità più alti, così come nelle numerose cenge rocciose. Ciò significava che gli spazi sottostanti, compresa la rampa di accesso per i visitatori e la scala, erano costantemente macchiati da escrementi di piccione. In alcuni punti c’erano mucchi di palomina, escrementi di piccioni, alti circa 30 centimetri.

Quali problemi hanno causato i piccioni nel Cenobio del Valerón?

Lo sporco della palomina rappresentava un potenziale rischio per la salute delle persone. Cosa che doveva essere evitata, in quanto era uno spazio aperto al pubblico.

Inoltre, gli escrementi dei piccioni e i loro resti (piume, cadaveri in decomposizione…) provocavano alterazioni chimiche che stavano consumando la pietra del sito. Questo era un serio pericolo per la sua conservazione.

La flora microbica della palomina non solo altera chimicamente il tufo vulcanico a causa dell’effetto corrosivo degli acidi urico e fosforico presenti, ma può contenere anche composti potenzialmente pericolosi per le persone.

Come è stato organizzato il progetto per allontanare i piccioni?

Il Cabildo di Gran Canaria commissionò ad Arqueocanaria un progetto per controllare la colonia di piccioni nel Cenobio, e prevenire così l’accumulo di escrementi, piume e carcasse di colombi in decomposizione.

Come primo passo si è provveduto a pulire e disinfettare a fondo il giacimento, in modo da fermare l’attacco di batteri e funghi che consumano la pietra. I lavori sono durati circa 4 mesi. Abbiamo rimosso circa 800 chili di escrementi di piccione.

pulire-escrementi-di-piccione

Parallelamente alla pulizia e alla rimozione dei nidi, venivano posizionate trappole a gabbia per catturare i piccioni e occasionalmente un falconiere vi faceva sorvolare un falco, con effetto deterrente.

Dalla precedente esperienza, quando abbiamo condotto una prima pulizia del sito nel 2009, sapevamo che queste misure iniziali di pulizia e cattura dei piccioni erano necessarie, ma non sufficienti, per impedire ai piccioni di tornare al sito e ricolonizzarlo.

In questa occasione, ci era chiaro che dovevamo attuare misure permanenti per evitare che i piccioni tornassero a nidificare nel giacimento.

Come hanno scoperto i dissuasori Bird Gard?

Abbiamo cercato su Internet le aziende leader nelle soluzioni per il controllo dei piccioni e abbiamo deciso di contattare BirdGard Iberia. Dopo una conversazione telefonica per spiegare il nostro caso, ci è stato consigliato di combinare diverse soluzioni per allontanare i piccioni dal sito.

Quali soluzioni ha consigliato BirdGard Iberia per allontanare i piccioni?

Ci è stato consigliato di combinare diversi tipi di soluzioni per il controllo dei piccioni. Hanno indicato che l’uso combinato di diverse soluzioni produce un effetto sinergico che migliora l’efficacia complessiva nel controllo dei piccioni. E, in effetti, lo era.

Nello specifico hanno consigliato l’installazione di:

  • Il dissuasore Bioacustico a Ultrasuoni “BroadBand Pro” che emette ultrasuoni molto fastidiosi per i piccioni e suoni di uccelli rapaci che li spaventano.
  • Un repulsore visivo a forma di aquilone, che simula il volo di un falco, e che abbiamo posizionato all’ingresso del sito.
  • due tipi diversi dai gel: l’AviFin Gel e i piattini Bird-Free, che abbiamo posizionato nei punti strategici, nei silos e nelle gallerie più alte del giacimento per rinforzare questi punti chiave ed evitare che i piccioni vi si appollaiano.

In questo video possiamo vedere l’aquilone falco e ascoltare i suoni emessi dal repellente bioacustico BroadBand Pro.

Come avete programmato BroadBand Pro? Dove sono stati installati gli altoparlanti?

Broadband-Pro-Bird-X

Il dissuasore BroadBand Pro è programmato per emettere suoni di rapaci ogni 20 minuti, 24 ore al giorno. Gli ultrasuoni sono sempre operativi.

Durante la pandemia il sito è stato chiuso ai turisti. Ora è stato riaperto. Quando i turisti ascoltano i suoni del rapace che BroadBand Pro emette, gli piace davvero! Ci chiedono se c’è un gheppio o un’aquila nella grotta perché sentono i loro richiami. Essere in un ambiente naturale rende anche il sito più attraente!

Dopo più di due anni dall’installazione dei repellenti per piccioni, come sono stati i risultati?

È stato un successo completo. Anche meglio di quanto ci aspettassimo. Abbiamo avuto una cartina di tornasole con la pandemia.

Per molti mesi il sito è stato chiuso ai turisti e nessuno vi si è recato. Finito il confinamento abbiamo potuto visitarlo di nuovo e temevamo che i piccioni si fossero insediati di nuovo nel Cenobio, ma non lo fecero. Le soluzioni che abbiamo implementato hanno funzionato perfettamente e, nonostante non ci fosse presenza umana nel sito per mesi, i repellenti hanno fatto il loro lavoro e i piccioni non sono tornati in zona.

In breve, la soluzione che BirdGard Iberia ci ha consigliato per impedire ai piccioni di nidificare nel sito ha funzionato a meraviglia. Siamo molto soddisfatti. Siamo riusciti a prevenire la corrosione della pietra di deposito e a garantire che non ci siano rischi per la salute del pubblico che ci visita.

Consigliate questa soluzione per scacciare i piccioni?

Ovviamente lo consiglio!

Vedo che le persone usano principalmente le tipiche punte anti-piccione, che oltre ad essere totalmente antiestetiche, non danno buoni risultati. Oltre al fatto che la sua installazione in luoghi come il Cenobio sarebbe del tutto impraticabile, poiché implicherebbe il riempimento dell’intera superficie di punte.

Senza esitazione, consiglio le soluzioni BirdGard Iberia per il controllo dei piccioni a tutte le aziende di restauro che, come noi, devono gestire il patrimonio storico e proteggerlo dall’effetto dannoso dei piccioni. Lo abbiamo consigliato anche al Cabildo di Canarias.

Allontanare i piccioni – Ulteriori informazioni